Homepage » Notizie » FAKE NEWS: CROCE ROSSA RESPINGE ITALIANO AFFAMATO: "Non hai certificato da profugo"

Livello di allerta "Approfondimenti generali" Medio

01.02.2018

FAKE NEWS: CROCE ROSSA RESPINGE ITALIANO AFFAMATO: "Non hai certificato da profugo"

fake-news-ico

Sta circolando di nuovo la notizia secondo la quale un padre di famiglia recatosi presso la Croce Rossa di Belluno per chiedere un pacco alimentare per la propria famiglia, avrebbe ottenuto un rifiuto perché  “non in possesso di certificato per profughi”. Questa versione dei fatti è stata nuovamente smentita dalla Croce Rossa che ha dichiarato “l’assistenza alle persone più bisognose avviene in coordinamento con le strutture pubbliche e in particolare con i Servizi Sociali del Comune, che segnalano le persone in stato di bisogno fornendo apposita documentazione, questo con l’intento di evitare possibili abusi e di indirizzare l’aiuto dove c’è un vero bisogno. La persona in questione era priva di questa documentazione ed è stata quindi semplicemente invitata a rivolgersi ai Servizi Sociali per ottenerla ed eventualmente ripresentarsi. E la stessa risposta è stata data a molte altre persone quel giorno. Quella di operare in accordo con i Servizi Sociali delle amministrazioni comunali è peraltro una prassi comune dei Comitati territoriali della Croce Rossa.  Proprio per far giungere l’aiuto dove c’è più bisogno i pacchi viveri vengono destinati alle persone che presentano documentazione atta a certificare il loro stato d'indigenza, quale il modello Isee. Ciò non toglie che resta garantito l'ascolto e l'aiuto per poter indirizzare meglio la risposta. La Croce Rossa Italiana precisa che i volontari lavorano con l’unico obiettivo di assicurare aiuto alle famiglie più bisognose senza alcuna discriminazione e nel rispetto del principio di imparzialità e che è dunque del tutto priva di fondamento ogni notizia riguardo presunte disparità di trattamento tra persone”.
In considerazione della diffusione virale di false notizie è sempre importante accertarsi della veridicità delle informazioni che si acquisiscono o ricevono on line. La rete permette di controllare, anche in maniera celere, la veridicità delle notizie che ci colpiscono. Basta ricorrere a pochi semplici accorgimenti, prestando attenzione ad alcuni indicatori di facile individuazione.
Alcuni consigli:
1)    In caso di titolo particolarmente sensazionale, leggere bene il contenuto dell’articolo, questi potrebbe non corrispondere a quanto evidenziato nel titolo utilizzato per attirare l’attenzione, ovvero come “acchiappa click”.
2)    Verificare l’effettiva datazione della notizia.
3)    Verificare altre fonti, quali, ad esempio, testate giornalistiche accreditate.
4)    Verificare se l’indirizzo (URL) corrisponde al reale indirizzo web del giornale/quotidiano.
5)    Nel caso si sia verificato che trattasi di notizia falsa, non divulgare in rete
6)    Nel dubbio segnalare la presunta falsa notizia sul sito www.commissariatodips.it, ovvero alle autorità competenti.
 Di recente AGCOM in collaborazione con Facebook ha avviato una campagna di informazione consultabile on line al link https://www.facebook.com/help/188118808357379

Informati

Approfondimenti

Da sapere

Domanda

Esperto online

  • Hai un dubbio? Chiedi ai nostri esperti partecipando al Forum » 

Domande e risposte

  • Cerca le risposte alle tue domande nelle nostre FAQ »