FIRENZE: ABUSAVANO DELLA FIGLIA DI 2 ANNI, CONDANNATI PADRE E MADRE

Abusavano della figlia di due anni, scambiandosi anche materiale pedopornografico che ritraeva la piccola. Padre e madre, entrambi toscani, sono stati condannati dal Tribunale di Firenze rispettivamente a 9 anni e a 6 anni di reclusione. Gli abusi nei confronti della bambina di due anni sarebbero stati progettati dai genitori già prima della sua nascita. Dall'analisi delle chat è emerso infatti che la madre ha portato avanti la gravidanza con il preciso intento di realizzare le fantasie sessuali condivise con il compagno. Condannata a sei anni anche una terza persona, una donna, accusata di abusi sui due figli minori e di aver scambiato materiale pedopornografico con lo stesso uomo. I reati contestati ai tre sono divulgazione di notizie e informazioni finalizzate allo sfruttamento sessuale dei minori, produzione di materiale pornografico  realizzato con minori con l'aggravante di aver commesso il  fatto abusando della propria autorità di genitori e di violenza  sessuale  in  concorso tra loro.  Gli abusi furono scoperti dalla Polizia Postale e delle  Comunicazioni, che a partire dall'agosto 2018, aveva  partecipato con la Polizia spagnola a un'attività investigativa sotto copertura coordinata dal Procuratore Aggiunto di Firenze Dott. Luca Tescaroli, dalla quale è emersa la presenza sul territorio italiano di  alcuni utenti attivi all'interno di gruppi a 'tema pedofilo', presenti sul circuito di messaggistica istantanea Telegram.

Il Tribunale di Firenze accogliendo le richieste del Procuratore Aggiunto Dott. Luca Tescaroli ha condannato il padre e la madre della bambina rispettivamente a 9 e 6 anni di carcere.