Polizia di Stato e Consorzio dei Comuni Trentini insieme per la cybersicurezza dei Comuni Trentini: sottoscritto oggi il Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei crimini informatici.

Nella mattinata odierna alla presenza del Signor Commissario del Governo per la Provincia di Trento Dott. Giuseppe PETRONZI,  è stato siglato un protocollo di intesa per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici tra la Polizia di Stato e il Consorzio dei Comuni Trentini, rappresentati rispettivamente dal Dirigente del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica della Polizia Postale del Trentino - Alto Adige, Vice Questore della Polizia di Stato Dott. Alberto DI CUFFA e dal Presidente del Consorzio, Dott. Paride GIANMOENA.

L’accordo siglato fa parte del più ampio “Progetto per la Cyber Sicurezza dei Comuni Italiani - PRO-C2SI”, quale diretta attuazione della convenzione quadro tra la Polizia di Stato e ANCI del luglio 2023, firmata dal Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza e dal Presidente di ANCI.

Il protocollo prevede l’impegno ad adottare procedure di intervento e un costante scambio di informazioni per la tutela delle infrastrutture digitali e delle banche dati gestite dai Comuni nonché l’organizzazione di momenti di formazione dedicata ai tecnici - per una migliore e più pronta capacità di primo intervento e di immediata segnalazione ai Centri Operativi territoriali in caso di attacchi - e al quadro direttivo e dirigenziale dei Comuni, al fine di elevarne il livello di consapevolezza dei rischi ai quali l’Ente locale o l’Associazione regionale possano risultare esposti. 

Il Consorzio dei Comuni Trentini,  ANCI e UNCEM provinciale, associa e rappresenta la totalità dei Comuni, le Comunità di valle e i BIM della Provincia autonoma di Trento, a favore dei quali gestisce varie attività tra cui le iniziative di consulenza che trovano collocazione nelle Commissioni tecniche, attività di formazione nei settori e nelle materie di interesse per gli associati, attività di servizio per la gestione degli appalti e contratti pubblici e delle posizioni retributive dei dipendenti comunali, oltre alle iniziative legate al processo di digitalizzazione e innovazione della pubblica amministrazione.

La firma di questo protocollo rappresenta una tappa significativa nel processo sinergico di collaborazione tra pubblico e privato per la costruzione di un sistema di condivisione di conoscenze e di esperienze professionali diversificate ma convergenti, con l’obiettivo di un costante miglioramento dei servizi resi all’utenza e a tutela della sicurezza della attività produttive a fronte dei molteplici e insidiosi rischi che coinvolgono l’utilizzo professionale delle nuove tecnologie di comunicazione