TRUFFA DECINE DI STUDENTI E TURISTI AFFITTANDO LA STESSA CASA MEDIANTE ANNUNCI SU PORTALI ON-LINE

E’ finita la carriera di un giovane 27 enne che ha proposto la stessa casa in affitto, dove era domiciliato, a decine di persone tra studenti e lavoratori in cerca di un alloggio nel capoluogo bolognese.

Le indagini, condotte dal Centro Operativo per la Sicurezza Cinebernetica della Polizia Postale dell’Emilia Romagna e coordinate dal Servizio Polizia Postale di Roma, hanno avuto origine dalla denucia di due cittadini stranieri che, in cerca di un’abitazione nel capoluogo felsineo, hanno risposto ad un annuncio online.

La truffa, che si realizzava con la richiesta di una caparra e il perfezionamento di un falso contratto, ha coinvolto decine di persone che, anche attirate dalla posizione centralissima dell’immobile, hanno versato caparre mediante bonifici bancari per un importo totale di alcune decine di migliaia di euro. Il giovane truffatore aveva anche aperto un conto corrente presso una Banca tedesca, immediatamente congelato dagli uomini della polizia postale, in cui era ancora giacente una parte delle somme versate.

La polizia postale, nel caso si ricerchi un immobile in locazione, sopprattutto durante periodi di festivià o vacanza, raccomanda di verificare di persona la veridicità degli annunci online oppure di affidarsi ad agenzie immobiliari autorizzate e di non effettuare mai pagamenti anticipati senza le dovute garanzie.

Durante le feste natalizie si consiglia di prestare la massima attenzione anche consultando le pagine web del Commissariato di PS online (https://www.commissariatodips.it).